Antonia Pozzi: Filosofia /Philosophy

parallel texts: words reflected

“Look at me: I’m naked. From the restless / languor of my hair / to the slender tension of my foot, / I am all unripe slimness / swathed in the colour of ivory.” (from Canto della mia nudità) Antonia Pozzi

FILOSOFIA

Antonia Pozzi

Non trovo più il mio libro di filosofia.
Tiravo in carettino
un marmocchio di otto mesi – robetta molle, saliva, sorrisino -.
Quel che m’ingombrava le mani, l’ho buttato via.

Il fratellino di quel bimbetto,
a due anni, è caduto in una caldaia d’acqua bollente:
in ventiquattro ore è morto, atrocemente.
Il parroco è sicuro che è diventato un angioletto.

La sua mamma non ha voluto andare al cimitero
a vedere dove gliel’hanno sotterrato.
Pei contadini, il lutto è un lusso smodato:
la sua mamma non veste di nero.

Ma, quando quest’ultima creaturina,
con le manine, le pizzica il viso,
ella cerca il suo antico…

View original post 233 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...