Jonathan Franzen, “La libertà” dell’America contemporanea, di Maria Grazia Ferraris

LA PRESENZA DI ÈRATO

51fKuCgv9tLJonathan Franzen, scrittore e saggista statunitense, nato nel 1959 a Western Springs, una cittadina a pochi chilometri da Chicago, nell’Illinois, ma cresciuto a Webster Groves, nel Missouri, ha esordito nel 1988 con La ventisettesima città, romanzo denso, ultradocumentato, nel complesso faticoso, vagamente sperimentale, che dice nondimeno l’ampia preparazione culturale e letteraria dell’Autore. Raggiunge il successo nel 2002 con Lecorrezioni, un romanzo riuscito ed unanimemente apprezzato, premiato alla National Book Award, sezione Romanzo e col premio James Tait Black Memorial Prize per la narrativa. È diventato un protagonista quasi mitico della letteratura contemporanea.  Dopo nove anni e una lunga gestazione, nel 2011, J. Franzen torna  in libreria con Freedom, pubblicato negli Stati Uniti dalla casa editrice Farrar, Straus and Giroux, tradotto da noi per Einaudi.

È un grande lungo romanzo, ambizioso nella sua composizione, ben riuscito nel complesso, con una prosa per lo più coinvolgente, talvolta…

View original post 1.796 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...