Italo Calvino, Lezioni americane (quinta lezione), MOLTEPLICITA’, di Roberto Taioli

LA PRESENZA DI ÈRATO

calvino-lezioni-americanePer comprendere il principio di molteplicità occorre acquisire un diverso punto di osservazione e di sguardo sul mondo.. Tutto, dice Italo Calvino, è un groviglio di reti e di relazioni, di nessi e di legami. Dobbiamo perciò abbandonare la visione frontale dell’oggetto che ci lascia distanti e passivi di fronte ad esso. La lezione inizia con una lunga citazione tratta da Carlo Emilio Gadda, autore molto amato da Calvino e al quale dedicherà un capitolo nel suo Perché leggere i classici. Il brano gaddiano è ricavato dal romanzo Quer pasticciaccio brutto de via Merulana, uno dei romanzi più enigmatici dello scrittore.

Gadda è per Calvino uno scrittore emblematico, ingegnere, matematico, ma attratto da una forza vivissima di scrivere, cioè diventare altro da sé, di uscire dal suo ruolo codificato. Calvino lo descrive come un intellettuale, scrittore e nevrotico, che trova nella scrittura il terreno ove scaricare tutte…

View original post 578 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...