Jean Baptiste Cerlogne, “Lo tsemin de fer”, (La ferrovia), di Roberto Taioli

LA PRESENZA DI ÈRATO

Cerlogne-JB Jean Babtiste Cerlogne, Saint-Nicolas, 6 marzo 1826 – ivi, 7 ottobre 1910

Jean Baptiste Cerlogne nasce nel 1826 a Saint-Nicolas (Aosta) ed è considerato il più importante e rappresentativo poeta patoisant valdostano. Proprio negli anni del soggiorno a Saint Jacques lavorò intensamente all’elaborazione del dizionario e della grammatica in lingua franco provenzale. Il poemetto, riproposto nella traduzione di Marco Gal, originariamente scritto in patois, risale al 1886, in occasione dell’inaugurazione del tratto ferroviario Ivrea-Aosta, evento epocale che strappò la valle dall’isolamento, dal buio del tempo. Cerlogne con slancio positivistico, esalta la potenza taumaturgica del mezzo meccanico, la sua forza civilizzatrice (“Eido – lo lé que vint traversen le montagne / De Bard, de Monzovet et te belle campagne, Per te pourtè lo ris et d’atra martasandi”). Marco Gal, anch’esso poeta e studioso di lingua franco-provenzale, ne rende una traduzione efficace e rigorosa, non come mero supporto al testo originario.

View original post 1.956 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...