Alcune poesie di Simonide di Ceo, a cura di Roberto Taioli

LA PRESENZA DI ÈRATO

downloadSimonide di Ceo

Simonide, nato nell’isola di Ceo intorno al 556 a. C. , fu più noto come lirico corale insieme a Pindaro e Bacchilide. In tal senso ci sono giunti di lui, pur nelle esiguità della produzione poetica pervenuta, alcuni epinici, canti di vittoria, che venivano innalzati e proclamati con tono eroico dopo una vittoria in armi. Ma non solo epinici, come di più frequente uso, ma anche altri generi entrarono nel repertorio poetico di Simonide che, per la pensosità e solennità della riflessione, della introspezione interiore sofferta, raccolgono motivi della lirica monodica e di alcuni suoi generi, tra cui il thrénos, il canto dolente e funebre:

I

Degli uomini poca
È la forza e vene sono le pene:
nella breve vita, fatica s’aggiunge a fatica;
e sovrasta la morte che non si può fuggire.
Parte uguale ne ebbero in sorte
I buoni e tutti i cattivi

View original post 526 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...