Il pane/ The loaf by Gianni Rodari

parallel texts: words reflected

Il Pane

 

Gianni Rodari

S’io facessi il fornaio
vorrei cuocere un pane
così grande da sfamare
tutta, tutta la gente
che non ha da mangiare.

Un pane più grande del sole,
dorato, profumato
come le viole.

Un pane così
verrebbero a mangiarlo…
…i poveri, i bambini,
i vecchietti e gli uccellini.

Sarà una data
da studiare a memoria:
un giorno senza fame!
Il più bel giorno di tutta la storia.

The loaf

 

Gianni Rodari

If I were a baker
I’d make a huge loaf
big enough to feed
the entire earth
and all of those in need.

A loaf the size of the sun,
as golden and fragrant
as a colourful mum.

A loaf that size
would be eaten by…
… the poor, the children,
the elderly, and the wrens.

It will be a day
to commit to memory
a day without famine!
The most beautiful in history.

View original post 16 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...