Cinque poesie di Henry Ariemma da “Aurispice nelle viscere”, Giuliano Ladolfi Editore

LA PRESENZA DI ÈRATO

Aruspice_nelle_viscere_copertina_H_ Ariemma (1)

Se «è difficile dirla la verità», il poeta, come l’aru-spice, non può tacere, non può nasconderla o edulco-rarla per compiacere il pubblico; non è un pubblicista o un romanziere che cerca il successo assecondando i gusti del consumatore, anche se il cammino è difficile, misconosciuto, ostacolato, posto sotto silenzio, ma quei «gesti di solo semina» sono già segnati nella realtà e sono destinati a diventare in futuro la realtà. Lo stile di Ariemma non è visionario alla maniera di un Davide Brullo, perché è veramente arduo separare la metafora dalla descrizione della realtà: le parole e le im-magini si scambiano i valori, si intersecano, si dividono, contrastano e si accordano. Ne deriva una rappresenta-zione autentica dell’arte dell’aruspicina in cui l’oggetto della ricerca significa “altro” e quell’“altro” è ciò che ve-ramente conta. E questo è proprio il senso della poesia: usare termini e locuzioni che dicano “altro”, che sap-piamo usare la…

View original post 382 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...