“La Fonte Castalia” di Giorgina Busca Gernetti (inedita)

"LA MELA ROSSA DIMENTICATA" di Giorgina Busca Gernetti

images2

LA FONTE CASTALIA

Castalia è il nome della sacra fonte
cui m’accosto per spegnere la sete
d’eterei versi, pregni d’armonia
celeste come il canto dell’allodola
all’alba, che rischiara l’ampia volta
dianzi oscurata dalla nera notte.

Sento un’eco lontana, lieve, fievole
come suono di flauto o di siringa,
a gara, di pastori tra le pecore
brucanti sul pendio, presso la roccia
scoscesa, fessurata, da cui sgorga
cantando l’acqua sacra della fonte.

«Ascoltami, viandante, che ti aspergi
le mani alla mia fonte fresca e limpida.
Sono Castalia, Ninfa concupita
da Febo Apollo, dio di me bramoso,
dei miei sensuali amplessi, benché pura
e casta io fossi fra le gaie Ninfe.

Il mio rifiuto fu la mia condanna.
Il mio bel corpo in acqua chioccolante
si sciolse, scaturita dalla rupe
ferita del Parnaso, fessurata
per lasciarmi sgorgare in fresca fonte
lungo la via che a Delfi su conduce.»

«Casta Amadrìade, Ninfa dal bel…

View original post 115 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...