Antonia Pozzi: la fatica di vivere e la nostalgia della morte, di Fabrizio Milanese

LA PRESENZA DI ÈRATO

antonia_pozzi_webAntonia Pozzi nasce a Milano nel 1912, la condizione agiata della sua famiglia le consente di avere molte possibilità: un palco riservato alla Scala, la possibilità di dipingere, suonare il pianoforte, fare sport, equitazione, sciare nelle migliori stazioni alpine e viaggiare molto. Inoltre la sua grande passione per la fotografia la farà approdare a risultati artistici degni di nota. Dopo gli studi liceali, dove conosce Antonio Maria Cervi, suo docente di latino e greco, e grande amore della sua vita e tenacemente osteggiato dalla famiglia, ha il privilegio di far parte della prima generazione di donne che abbia frequentato l’Università in Italia. Si laurea in Lettere con Antonio Banfi nel 1935, stilando una splendida tesi su Flaubert che ottiene il massimo dei voti e la medaglia d’oro della Fondazione Donati per la filologia straniera nel giugno 1938. Banfi invita la Pozzi a rivedere la tesi in vista di una pubblicazione…

View original post 693 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...